La Federconsumatori lancia l’allarme: nel 2014 stangata di 1394 euro a famiglia

pa_banner

ROMA – L’ennesima stangata di prezzi e tariffe si abbatterà sulle famiglie a partire dal 1 gennaio 2014. Ad annunciarlo è la Federconsumatori con una dettagliata nota stampa. “Malgrado la perdurante forte contrazione dei consumi delle famiglie che ancora caratterizza il mercato. Le motivazioni di tali aumenti non sono solo legate alle solite volontà speculative, tra cui quelle perniciose delle Banche e Assicurazioni che già detengono tristi primati europei, ma anche a nodi irrisolti della nostra struttura economica, in tema di competitività e di oppressione burocratica, nonché dei servizi pubblici che scaricano sprechi, inefficienze e clientelismo sui prezzi e sulle tariffe. Inoltre una ossessiva pressione fiscale (soprattutto su casa e caseggiati) che colpisce due volte le famiglie e cioè sia direttamente per i beni e i servizi (oltretutto scadenti) che utilizzano e sia per gli aumenti a imprese, commercio e intermediazione, artigiani e professionisti ecc. Inoltre non dimentichiamo che l’IVA al 22% oramai avrà valenza per tutto l’anno e non da Luglio come nel 2013 e che quindi porterà trascinamenti sui prezzi energetici e del carburante in particolare, nonchè tenendo conto di fibrillazioni che cominciano a intravedersi sul prezzo del petrolio. Uniche note in controtendenza sono i nuovi meccanismi di calcolo che porterebbero a previsionì di riduzione delle tariffe di luce e gas. L’O.N.F (Osservatorio Nazionale Federconsumatori) ha calcolato le previsioni di aumento di prezzi e tariffe in arrivo nel 2014. risultato quindi, anche per l’anno alle porte, sarà drammatico. La stangata prevista per le famiglie, infatti, sarà di+1394  Euro a famiglia”.

La Federconsumatori non usa di certo parole al miele per descrivere quanto accadrà: “Aumenti insostenibili che determineranno nuove e pesantissime ricadute sulle condizioni di vita delle famiglie (già duramente provate) e sull’intera economia, che dovrà continuare a fare i conti con una profonda e prolungata crisi dei consumi”.

 “Le parole d’ordine per risollevare le sorti delle famiglie e dell’intera economia sono: ripresa della domanda di mercato, liberalizzazioni e processi di detassazione tagliando sprechi e privilegi, nonchè investimenti per l’innovazione e lo sviluppo tecnologico per il lavoro che rimane il problema fondamentale del Paese. In assenza di un serio progetto che vada in questa direzione, la fuoriuscita dalla crisi si farà sempre più lontana ed improbabile.” – dichiarano Elio Lannutti e Rosario Trefiletti –presidenti di Adusbef e Federconsumatori.

Previsioni aumenti 2014

Euro annui

ALIMENTAZIONE (+5%)                                                                  

327 euro

TRASPORTI ( TRENI E SERVIZI LOCALI)

81 euro

SERVIZI BANCARI + MUTUI + BOLLI + TASSE                              

61 euro

CARBURANTI (COMPRESE ACCISE REGIONALI)                        

108 euro

DERIVATI DEL PETROLIO,DETERSIVI , PLASTICHE  E PRODOTTI PER LA CASA                  

118 euro

ASSICURAZIONE AUTO (+5%)                                                       

53euro

TARIFFE AUTOSTRADALI (+3%)                                                    

57 euro

TARIFFE GAS                                                                              

– 55 euro

TARIFFE ELETTRICITA’                                                                 

-21 euro             

TARIFFE ACQUA (+5-6% )                                                              

22 euro

IUC ( TARI-TASI- Differenziale IMU)                                                

195  euro                            

RISCALDAMENTO(+4%)                                                               

44 euro

ADDIZIONALI TERRITORIALI                                                         

156 euro

SCUOLA  (MENSA- LIBRI)                                                             

74 euro

TARIFFE PROFESSIONALI-ARTIGIANALI                                        

116 euro

TARIFFE POSTALI                                                                        

48 euro

TOTALE

1.394 euro