Milan, nuovo scossone in società: si dimette Ariedo Braida.

pa_banner

MILANO – Prosegue la rivoluzione societaria del Milan, e sempre nel senso di un ricambio generazionale netto e doloroso.

Dopo il tira e molla di Adriano Galliani (che aveva presentato le dimissioni, respinte dal presidente Berlusconi), stamattina è stato il turno di Ariedo Braida. Il direttore sportivo rossonero, al Milan dal 1986 con lo stesso Galliani, che l’aveva portato con sè dal Monza, ha presentato stamane la lettera di dimissioni. Il suo contratto sarebbe scaduto il prossimo 30 giugno. Braida, che è stato il fautore di operazioni di mercato del calibro di Pato, Kakà e Rijkaard, sembra destinato a ricoprire un importante incarico societario alla Sampdoria.