Abolizione del finanziamento pubblico. Grillo: E’ l’ennesima presa in giro

 

pa_banner

ROMA – L’annuncio di Enrico Letta sull’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti non è stato accolto molto positivamente dal Movimento 5 Stelle, che di questo tema ha fatto un vero e proprio cavallo di battaglia della sua azione politica.

A strettissimo giro, arriva la replica di Beppe Grillo, che cinguetta così: “Basta con le chiacchere enricoletta. Restituisci ORA 45 milioni di euro di rimborsi elettorali del Pd a iniziare da quelli di luglio. #Bastaunafirma”. Poco più tardi calerà il peso da novanta: “Per rinunciare ai finanziamenti pubblici è sufficiente non prenderli come ha fatto il M5S. Il decreto legge di Letta è l’ennesima presa per il c**o”. Nei parti, però, qualcuno discute proprio del merito. Da Forza Italia, infatti, si levano commenti critici nei confronti della scelta dell’esecutivo. “Con questo provvedimento sbagliato – afferma il senatore Altero Matteoli -, si obbligano i partiti a cercare i finanziatori che poi li condizioneranno nelle scelte. Siamo di fronte ad un errore drammatico. Auspico che il Parlamento rifletta prima di dare il via libera a questo decreto”.