Fiducia al Governo, Letta avverte: Chi proverà a far saltare il banco ne risponderà di fronte ai cittadini

pa_banner

ROMA – Enrico Letta, presidente del Consiglio sta intervenendo alla Camera dei Deputati per il passaggio sulla fiducia. Dopo la difesa delle istituzioni che sono oggetto di delegittimazione e di attacchi anche di forze politiche, Letta ha ringraziato le Forze dell’Ordine per quanto stanno facendo in un momento delicato come quello che sta attraversando l’Italia. Il presidente del Consiglio ha poi ringraziato in maniera particolare il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano quale garante della Repubblica. Per il prosieguo della legislatura Letta ha affermato: “Il nostro patto con l’Italia per l’anno prossimo sarà un ‘Impegno 2014’. E tra le priorità da affrontare ci sono quattro punti come la riduzione del numero dei parlamentari, l’abolizione delle province, la fine del bicameralismo perfetto. Dovremmo raggiungere il risultato che una camera si occupi di leggi e l’altra che abbia una competenza verso le autonomie. Quarto punto, la riforma del Titolo V della Costituzione con la revisione dei rapporti istituzionali e dei livelli di governo”. Ma il presidente del Consiglio è stato chiaro sul futuro: “Chi proverà a far saltare il banco ne risponderà di fronte ai cittadini”. Nel corso dell’intervento particolare attenzione è stata da alla legge elettorale che secondo Letta non può permettere un eccessivo frazionamento della rappresentanza.