Il Consiglio dei Ministri abolisce il finanziamento pubblico ai partiti

pa_banner

ROMA – La promessa fatta è stata mantenuta. Nella seduta del Consiglio dei Ministri di questa mattina il premier e tutta la squadra di governo hanno messo a punto un pacchetto di interventi di notevole portata ma soprattutto hanno azzerato il finanziamento pubblico ai partiti.

“Avevo promesso ad aprile l’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti entro l’anno. L’ho confermato mercoledì. Ora in Consiglio dei Ministri manteniamo la promessa. Con l’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti assegniamo tutto il potere ai cittadini. Infatti, il cittadino che vuole dare un contributo a un partito lo può fare attraverso il 2 per mille o con contribuzione volontaria. Il sistema non frega il cittadino perché in caso di non scelta tutto rimane allo Stato”.

Il ministro Gaetano Quagliariello dopo questo provvedimento punta ad un altro risultato: “Ora avanti con riduzione del numero dei parlamentari”.