Renzi: La politica è commissariata ma per me non cambia niente

pa_banner

ROMA – Gli scossoni dati alla politica dalla sentenza della Consulta sulla legge elettorale inizia a scatenare una serie di reazioni che stanno incidendo anche sulla corsa alla segreteria nazionale del Partito democratico. La reazione di Matteo Renzi rispecchia questa fase che parla di commissariamento della politica: “Certo adesso è una grande occasione per la politica – afferma Renzi – ma non c’era bisogno della Corte per dire che questa legge era sbagliata e da cambiare. Il problema vero è che la Consulta è entrata con i piedi nel piatto nel bel mezzo di un tentativo delle maggiori forze che reggono il governo di trovare un accordo sul nodo più intricato e meno facile da sciogliere. A me non cambia niente, perché avevo già fatto un accordo per andare a votare non prima del 2015 e avevamo già cominciato a parlarne, decidendo di sederci attorno a un tavolo per fare un negoziato alla tedesca sulle cose da fare nel 2014. E naturalmente la legge elettorale era in cima a questo elenco”.