Frode allo Stato per 1milione di euro. Nei guai un imprenditore di Mirabella Eclano

MIRABELLA ECLANO – Avrebbe perpetrato una frode ai danni dello Stato di oltre un milione di euro, finendo poi nella rete della Guardia di Finanza. È finito così agli arresti domiciliari Aurelio Annecchiarico, un imprenditore di Mirabella Eclano accusato di aver avviato un’attività con la sola finalità di percepire indebitamente finanziamenti pubblici.

pa_banner

La Guardia di Finanza di Ariano Irpino ha eseguito ieri un’ordinanza della procura della Repubblica di Benevento nei confronti di un imprenditore di Mirabella Eclano reo di aver organizzato, in concorso con altri 5 soggetti la maxi-truffa.

L’azienda, con sede legale a Mirabella Eclano, presso l’abitazione dell’amministratore Aurelio Annichiarico, percipiente finanziamenti pubblici  si serviva, per giustificare gli acquisti fittizi di opere murarie e di macchinari, di fatture per operazioni inesistenti emesse da un’impresa “cartiera” – costituita ai soli fini dell’emissione di fatture false, priva di organizzazione aziendale e di beni strumentali all’esercizio dell’attività dichiarata.

La Guardia di Finanza ha anche eseguito sequestro di beni per un milione e centomila euro.