Lacedonia, diluvia da ventiquattr’ore: danni in paese e strade chiuse

pa_banner

LACEDONIA – Una vera e propria bomba d’acqua, quella che si è abbattuta sulla estrema zona orientale dell’Alta Irpinia, dove il maltempo imperversa dalla serata di ieri.

Se Aquilonia e Bisaccia hanno richiesto l’intervento della squadra di Bisaccia per delle infiltrazioni e degli allagamenti, la situazione più grave si è verificata a Lacedonia, il cui territorio è stato particolarmente colpito da un diluvio sin dalla serata di sabato. In particolare, nella centralissima via Tagliata si è registrata la caduta di un pino, che fortunatamente non ha causato danni a persone o cose. La violenta pioggia sul paese e sulle zone circostanti ha reso problematica anche la gestione dei collegamenti stradali, portando le autorità competenti ad assumere la decisione di chiudere alcune arterie intorno al centro abitato. Da mezzogiorno di oggi e fino a nuovo ordine, infatti, sono interdette al traffico la Sp 6, che collega Lacedonia e Monteverde, e la strada che da Lacedonia si allunga verso il Monte Origlio.

Inoltre, la Sp 286, che porta dal paese all’area industriale di Calaggio, è stata riaperta soltanto dopo il periodo di chiusura resosi necessario per pulire il tracciato dall’enorme quantità di creta che l’aveva invaso. Inoltre, lo stesso torrente Calaggio, che attraversa l’area industriale, si è gonfiato fino a tracimare, rendendo dunque impraticabile la zona per alcune ore. Delicata la situazione della Omi, da anni gravata da una frana proveniente dal retro dell’opificio. Il pericolo è reso presente dalla quantità di acqua caduta nel volgere di pochissime ore, oltre che dalle previsioni: nonostante la tregua concessa nella serata di domenica, non sono previsti grossi miglioramenti nelle prossime ore.