“L’alito della Dea”. Successo di pubblico a Montemiletto

 

pa_banner

MONTEMILETTO – Folla delle grandi occasioni ieri sera al Castello della Leonessa di Montemiletto per la presentazione dell’ultimo libro di Giuseppe De Nisco dal titolo “L’alito della Dea”. Una serata di cultura impreziosita dalla presenza del gruppo musicale “Brigata delle Terre di Mezzo”, gruppo folk-popolare del paesino della Media Valle del Calore.

I musici hanno interpretato insieme con l’autore delle canzoni popolari sul tema del brigantaggio ed hanno così entusiasmato la folta platea accorsa.

A presentare e discutere del libro insieme con l’autore sono stati: il preside Iandiorio, che ha parlato dei luoghi irpini e degli avvenimenti raccontati nel libro, il preside Antonio Petrillo, che ha raccontato le vicende del 6 e 7 settembre 1860 di Montemiletto(Garibaldi arrivava a Napoli ed a Montemiletto venivano uccisi 7 “galantuomini”).
Petrillo ha chiuso la manifestazione pensando leggendo questo brano:

“Vedi, Vinco, questa terra è più ricca di quanto non sappia far vedere, ed ha avuto slanci fecondi, ha visto nascere iniziative e rassegne di ampio respiro dirilevanza culturale nazionale. Però non ha saputo tenerle in vita, nutrirle e farle crescere. Ha partorito creature speciali ma è stata una pessima madre”.

Il preside si è commosso pensando a tutti i figli d’Irpinia costretti a lasciare le proprie case e ad emigrare alla ricerca di lavoro e soddisfazioni personali.

Il dibattito è stato moderato in maniera perfetta e come sempre professionale, dal professore Costantino Ciriello mentre davvero bravo è stato il gruppo musicale  “Brigata delle Terre di Mezzo”.