Cleveland Clinic. Il colesterolo buono (HDL) può trasformarsi in cattivo (LDL)

pa_banner

CLEVELAND – Il colesterolo totale si divide in colesterolo buono (HDL) e cattivo (LDL). La differenza di “bontà” tra le due forme di colesterolo sta nel fatto che il primo non si attacca alle pareti come invece fa quello “cattivo” e di conseguenza non comporta problemi cardiovascolari.

Tuttavia la Cleveland Clinic ha fatto una scoperta che rivoluzionerà tale teoria e di conseguenza l’uso dei farmaci legati all’ipercolesterolemia: uno studio su 627 soggetti pubblicato sulla rivista Nature Medicine ha infatti evidenziato che anche il colesterolo “buono” può modificarsi chimicamente diventando “cattivo” ed attaccarsi alle pareti delle arterie, aumentando il rischio cardiovascolare.