Detroit, Marchionne: Fiat-Chrysler in Borsa entro l’anno. Alfa sarà italiana

pa_banner

DETROIT – Sergio Marchionne e John Elkann sono arrivati a Detroit, dove sta per partire il North American Auto Show.

Conversando con i giornalisti, l’amministratore delegato di Fiat ha toccato diversi punti. Ha affermato innanzitutto che “il collocamento in Borsa della nuova società Fiat-Chrysler è tecnicamente possibile entro l’anno”. Entro fine mese, invece, verrà presa una decisione riguardo alla sede, che in tanti indicano in Wall Street. Come anticipato, poi, la nuova società non vedrà alcun aumento di capitale. Quanto alla ripresa del mercato, l’ad del Lingotto si è detto scettico su un’accelerazione in questo 2014, “che sarà ancora titubante”. 

Sull’assetto dell’automotive, Marchionne ha affermato di puntare sull’Alfa Romeo per rilanciare le fabbriche italiane e competere nell’alta gamma. Il segreto è puntare sulla conoscenza Ferrari: “Tutti i nuovi modelli Alfa saranno prodotti in Italia, almeno finchè ci sarò io”, ha chiuso.

Dal canto suo, invece, John Elkann ha confermato “almeno per altri tre anni Marchionne al suo posto”.