Cartelle cliniche segrete mettono in dubbio i benefici del Metodo Stamina

pa_banner

ROMA – Le proteste vanno avanti e sembra non si fermino mai; le prossime settimane saranno molto calde sul fronte Stamina, metodo curativo che usa le cellule staminali e che ha attualmente spaccato la popolazione.

La pubblicazione da parte dell’ANSA dei risultati derivati dalle cartelle cliniche segretate ha svelato che i soggetti sottoposti al trattamento non hanno avuto alcun miglioramento a seguito delle infusioni speciali presso gli Ospedali Civili di Brescia.

Ovviamente Vannoni, presidente di Stamina Foundation, ha dovuto fornire pubblicamente chiarimenti sul metodo Stamina e sulla natura delle infusioni, ritenute prive di cellule embrionali e pericolose per la salute stessa dei malati. Dalle cartelle viene fuori che non ci sarebbero effetti collaterali a seguito delle infusioni ma neppure miglioramenti tangibili ma, secondo Vannoni, quelle specifiche cartelle non possono dimostrare nulla essendo soltanto terapie compassionevoli e non un trattamento completo.

In attesa della valutazione che darà il nuovo Comitato Scientifico nominato negli ultimi giorni del 2013, è scoppiato nuovamente il braccio di ferro tra Vannoni ed il Ministero della Salute in quanto è quasi certo il ricorso al Tar per bloccare anche il secondo Comitato Scientifico.