Marò, a Milano La Russa irrompe nel consolato indiano: Vergogna

pa_banner

MILANO – Le rassicurazioni del ministro degli Esteri, Emma Bonino, probabilmente non bastano. 

Di sicuro non bastano a Forza Italia e Fratelli d’Italia, che ieri sera, a Milano, hanno dato vita ad un corteo di fronte al consolato indiano (Palazzo Clerici, pieno centro di Milano), dov’era in corso di svolgimento un ricevimento per la Giornata nazionale della Repubblica d’India. Assieme ad esponenti dei due partiti era presente anche il Comitato Nove Dicembre, che si è unito al corteo per protestare contro la detenzione di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre a New Dehli.

A mandare in bestia i manifestanti è stata la notizia per la quale al ricevimento erano presenti (su invito) imprenditori italiani e cittadini. Ignazio La Russa e Carlo Fidanza sono stati ricevuti “con cortesia e gentilezza” dal console indiano, al quale hanno “espresso al console la nostra contrarietà all’idea di organizzare una festa per l’India a Milano, proprio mentre due nostri connazionali sono detenuti illegalmente”. La Russa e FIdanza si sono poi lasciati andare ad urla e proteste (“Vergogna!”) all’indirizzo proprio degli italiani che avevano accettato l’invito del console indiano “solo per business. Ma gli affari – ha aggiunto Fidanza – non possono valere la vita di due italiani”. Dario Allevi, presidente della Provincia di Monza-Brianza, tra coloro che hanno rifiutato l’invito, ha affermato: “Quella dei due marò è una pagina orribile del nostro Paese”.