Caselle, famiglia sterminata. Figlio interrogato per tredici ore: rilasciato

pa_banner

CASELLE TORINESE (TO) – Si tinge sempre più di giallo la vicenda dell’assassinio di tre persone a Caselle Torinese, alle porte del capoluogo piemontese.

Una coppia di 65 e 66 anni (Mariangela Greggio e Claudio Allione) e la madre di lei, Emilia Dall’Orto, 93 anni, sono stati infatti ritrovati morti nella casa in cui vivevano. I corpi presentano ferite arma da taglio. L’arma del delitto non è stata rinvenuta, ma gli investigatori hanno ritrovato dua pastori tedeschi chiusi in un sottoscala dell’appartamento, e la cosa farebbe pensare che chi ha commesso il delitto conoscesse bene il posto.

Per tutta la notte sono stati interrogati il figlio della coppia, Maurizio Allione, 26 anni (a casa del quale erano stati rinvenuti alcuni grammi di marijuana), la fidanzata e un amico. Tredici ore di interrogatorio che non hanno dipanato la matassa di un mistero che sembra infittirsi sempre di più. I Vigili del fuoco erano intervenuti perché inizialmente si pensava ad una morte per intossicazione da monossido di carbonio. Poi la macabra scoperta, con la conferma, da parte degli inquirenti, di un’azione accanita contro i corpi. I Ris hanno effettuato un sopralluogo nell’appartamento, che però sembra essere stato ripulito da chi ha commesso il fatto.