Viterbo, precipita elicottero Esercito: due morti, tra cui il generale Calligaris

pa_banner

VITERBO – Intorno alle 12:30 di oggi l’AB 206, elicottero in forza all’Esercito Italiano, era scomparso dai radar nella zona di Monte Romano, tra Tarquinia e Viterbo.

Giunte sul posto, le squadre di soccorso hanno rinvenuto i corpi senza vita del generale comandante Giangiacomo Calligaris, numero uno dell’aviazione dell’Esercito (Aves), e del tenente allievo pilota Paolo Tozzi, 28 anni. L’elicottero su cui si trovavano i due militari è precipitato in zone molto impervie, impossibili da raggiungere via terra. Difatti, i soccorsi sono partiti anche con mezzi aerei provenienti da altre regioni. Nell’avvicinarsi al suolo, l’AB 206 aveva tranciato alcuni cavi dell’alta tensione.

Il generale Calligaris, napoletano, era arrivato al vertice dell’Aves poco meno di un anno fa (marzo 2013), al termine di una carriera sfolgorante. Alla fine degli anni Novanta aveva avuto un ruolo di primissimo piano nelle operazioni di pace in Kosovo, dove operava come capo delle Joint implementation commision. In seguito aveva coordinato le forze Isaf in Afghanistan, in Chad per l’evacuazione di connazionali e ad Haiti negli interventi di soccorso dopo il terremoto che nel 2010 aveva devastato l’isola caraibica.