La grande Bellezza trionfa ai Golden Globes. Sorrentino: Grazie Italia

pa_banner

LOS ANGELES – Erano sedici anni che un film italiano non riceveva uno tra i più prestigiosi riconoscimenti del cinema internazionale.

Era il 1998, e “La vita è bella” di Roberto Benigni incantava il mondo con tre statuette. Stanotte, “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, regista italiano di “L’amico di famiglia” e “This must be the place” tra gli altri, ha vinto il Golden Globe come Miglior film straniero. Non accadeva dal 1989, quando il capolavoro di Giuseppe Tornatore, “Nuovo Cinema Paradiso”, trionfò nella manifestazione.

Entusiasta il regista Sorrentino che, nel ritirare il premio, ha definito l’Italia “un Paese davvero strano ma bellissimo. Non mi è stato anticipato niente, è stata una grande emozione. Agli americani è piaciuta la libertà con cui è stato utilizzato il mezzo cinematografico e questa grande cavalcata dentro Roma e una certa umanità”.

Giovedì prossimo le candidature all’Oscar e Sorrentino racconta: “Ero seduto accanto a Bono che si è mostrato molto felice del fatto che avesse vinto il nostro film”.

La kermesse dei Golden Globes Awards tenutasi all’Hilton di Beverly Hills, è organizzato da 71 anni dall’Hollywood Foreign Press Association ed è sempre stata un buon indicatore riguardo all’aggiudicazione degli Oscar.