Riforma degli Ospedali psichiatrici giudiziari: 37 nuove strutture, interessata anche l’Irpinia

pa_banner

ROMA – Il governo ha deciso di rivedere la mappa degli ospedali psichiatrici giudiziari. 37 nuove strutture regionali al posto degli attuali 6 Opg per 990 posti letto. Ma nello stesso tempo si registra una proroga di un anno per la chiusura definitiva degli ospedali psichiatrici giudiziari. La relazione del governo “Relazione al Parlamento sullo stato di attuazione dei programmi regionali relativi al superamento degli opg” parla della necessità che il Governo, anche sulla scorta delle indicazioni regionali, proponga al Parlamento una proroga del termine che rispecchi la tempistica oggettivamente necessaria per completare definitivamente il superamento degli OPG. Sarà l’ultima proroga concessa, dice il Governo, e per le Regioni inadempienti ci saranno «norme sanzionatorie.

Lo scorso maggio le Regioni hanno presentato i loro programmi per il dopo OPG. A disposizione ci sono 173 e rotti milioni di euro. Come prevedibile, le Regioni si sono buttate più che altro sulla costruzione delle nuove strutture regionali, le REMS (strutture residenziali sanitarie per l’esecuzione delle misure di sicurezza). Ecco la mappa delle strutture che nasceranno:

Piemonte: 2 strutture residenziali, in provincia di Biella e Alessandria. 70 posti letto, per un costo di 12,6 milioni di euro, realizzabili in 24 mesi.
Lombardia: 4 strutture per un costo di 34 milioni di euro, per 240 posti letto di cui 120 nella struttura riqualificata dell’OPG di Castiglione delle Stiviere. Le altre saranno in provincia di Como, Brescia e Milano (Mariano Comense, Leno e Garbagnate Milanese). Tempi stimati: dai 20 ai 32 mesi.
Friuli Venezia Giulia: una residenza in provincia di Pordenone, da 10 posti letto, per 1,56 milioni, che sarà realizzata in 400 giorni. La Regione ha destinato 1,04 milioni al potenziamento dei percorsi terapeutico-riabilitativi.  
Liguria: una residenza in provincia di La Spezia, da 20 posti letto, per 4,1 milioni, che sarà realizzata in 610 giorni. La Regione ha destinato 1,76 milioni al potenziamento dei percorsi terapeutico-riabilitativi
Emilia Romagna: una struttura con 40 posti, da realizzare in 17 mesi e che costerà 7,35 milioni. La Regione ha destinato 2,99 milioni al potenziamento dei percorsi terapeutico-riabilitativi.
Toscana-Umbria: le due regioni hanno stipulato un accordo interregionale che prevede la realizzazione in 9/30 mesi di 5 strutture comuni, a Firenze, Arezzo, Massa Carrara (costo 11,6 milioni).
Lazio: risanamento di tre strutture che avranno 95 posti letto.
Abruzzo-Molise: realizzazione di una nuova struttura in provincia di Chieti da 20 posti, per 4,8 milioni di euro. Tempi: 2 anni e 9 mesi.
Campania: 8 REMS in provincia di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno, per 160 posti complessivi. Costo di 19,3 milioni di euro, tempi di realizzazione 15 mesi.
Puglia: 58 posti letto in tre presidi ospedalieri dismessi da riqualificare, in provincia di Bridisi, Foggia e Taranto. 10,1 milioni, entro 12 mesi. La Regione ha destinato 1,68 milioni al potenziamento dei percorsi terapeutico-riabilitativi
Basilicata: una struttura in provincia di Potenza, da 5 posti letto. Costo: 571mila euro, entro sei mesi. La Regione ha destinato 709mila euro al potenziamento dei percorsi terapeutico-riabilitativi
Calabria: 2 strutture in provincia di Catanzaro e Cosenza, per 60 posti e un costo di 6,9 milioni di euro. 14 mesi i tempi di realizzazione
Sicilia: 80 posti in 4 strutture, sulle province di Catania, Caltanissetta, Messina. Venti mesi i tempi di realizzazione. Oltre alle REMS è prevista la realizzazione di gruppi di appartamento predi missioni. La Regione ha destinato 1,56 milioni al potenziamento dei percorsi terapeutico-riabilitativi
Sardegna: una residenza in provincia di Sassari, per 40 posti e un costo di 6 milioni. Realizzazione entro 24 mesi.