Zero pensieri al mercato, Napoli contro il Chievo per riprendere la marcia

pa_banner

NAPOLI – Mancano ormai solo sei giorni al termine del calciomercato, e il Napoli non è ancora riuscito a piazzare il colpo per portare a Castelvolturno quel mastino di centrocampo che Benitez, anche per l’infortunio improvviso di Behrami, reclama come urgente.

Jorginho è un ottimo palleggiatore e Andujar un portiere che lotterà con Rafael (verosimilmente) per un posto da titolare il prossimo anno. Ma adesso c’è il campionato, e il secondo turno di ritorno prevede la sfida al San Paolo contro la bestia nerissima Chievo Verona. L’ottima vittoria dell’andata innescò un formidabile Higuain, che oggi proverà ancora una volta a guidare l’attacco partenopeo. La Roma, distante quattro lunghezze, è impegnata a Verona, dove il Napoli, appena due settimane fa, ha annientato i ragazzi di Mandorlini con una prestazione degna di lode.

Il passo indietro di Bologna, gara in cui l’undici di Benitez ha mostrato di dover acquisire ancora maturità e cinismo, ha pesato sulle distanze in classifica. Il tecnico asturiano ha studiato per tutta la settimana gli errori di domenica scorsa e i punti deboli del Chievo. E per la gara di oggi al San Paolo (ore 18) si prevede ancora qualche sorpresa. Tra le punte a sostegno di Higuain, oltre al ritorno di Hamsik alle spalle del Pipita, Mertens farà posto ad Insigne, stante l’intoccabilità di Callejon. Davanti a Rafael, Maggio, Albiol, Britos (in luogo di Fernandez) e Reveillere, che ormai ha il posto assicurato: Armero, dato in lista di sbarco, non è stato neanche convocato. In mediana, probabilmente ancora una novità: fuori Dzemaili e dentro Jorginho (che ha scelto la numero 8), al fianco di Inler, per dare al Napoli maggiore capacità di palleggio.