Seedorf saluta il Brasile: Vado al Milan. Napoli ad un passo da Jorginho

pa_banner

REDAZIONE – Clarence Seedorf è il nuovo allenatore, e adesso c’è anche l’ufficialità. 

A fornirla è stato lo stesso centrocampista olandese, che in una conferenza stampa a Rio de Janeiro si è voluto congedare dalla sua squadra, il Botafogo, e dai tifosi. “L’esperienza al Botafogo in questo anno e mezzo – ha detto il campione – mi ha fatto crescere molto e mi aiuterà nel prossimo passo, che sarà come allenatore del Milan”. Ventidue anni di carriera chiusi dalla sera alla mattina. Non dev’essere stato facile. “Ma quando il presidente (Berlusconi) ha chiamato, non potevo dirgli di no. Ho sempre vissuto il calcio come parte della mia vita ma non come la mia vita. Il calcio può finire in qualsiasi momento e io devo essere in grado mentalmente di guardare sempre alle opportunità che si presentano”.

Seedorf, che ha ricevuto dal presidente Assunçao un quadro con una sua immagine e la scritta in italiano “Buona fortuna”, ha descritto il suo momento particolare, affermando: “Ho avuto una carriera che ho sognato da bambino e anche molto di più. In questo momento sono alla porta di una nuova vita che è un altro sogno con un club che mi ha dato tantissimo in un Paese che mi ha dato tantissimo e quindi sono molto felice di questa opportunità”.

A Napoli, intanto, le operazioni di mercato entrano nel vivo, Si cerca soprattutto di acquistare due centrocampisti, visto l’infortunio occorso a Behrami che però pare non sarà sottoposto ad operazione. Dopo averlo sfidato solo due giorni fa, la società azzurra sta stringendo con il Verona per il talento brasiliano Jorginho, valutato intorno ai 10 milioni e considerato l’uomo giusto da piazzare in mediana per far rifiatare Dzemaili e Inler. Ma non è tutto. De Laurentiis ha puntato con decisione anche M’Vila del Rubin Kazan, che ha già respinto una prima offerta degli azzurri. 

Quanto al capitolo cessioni, mentre Uvini sembra avvicinarsi sempre più al Santos, Cannavaro sembra allontanarsi dalla Lazio. Il difensore partenopeo, tuttavia, lascerà quasi sicuramente il Napoli, dove Benitez lo considera la quarta scelta per la difesa.