Domani al Moscati la seconda edizione della Festa dei bambini prematuri

pa_banner

AVELLINO – Presso l’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino va in scena, per il secondo anno consecutivo, la Festa dei prematuri: tornano i 55 piccoli nati pretermine nel 2013.

La manifestazione si terrà domani mattina, alle ore 11, nell’aula multimediale della Città Ospedaliera Cinquantacinque: un numero quasi da record quello relativo ai bambini nati prematuri nel 2013 e assistiti con successo dal personale dell’Unità Operativa di Neonatologia, Patologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Azienda Ospedaliera avellinese. Si tratta di 38 femminucce e 17 maschietti. Tutti si ritroveranno domani con i loro genitori al primo piano della struttura, settore B, presso l’aula attigua all’Aula Magna, per partecipare alla seconda edizione della Festa dei bambini prematuri.

La manifestazione, organizzata dai medici e dagli infermieri dell’Unità Operativa di Neonatologia, diretta da Lucia Amatucci, sarà l’occasione per rivedere in un contesto familiare tutti i neonati che sono riusciti, grazie alle cure prestate loro dai professionisti del “Moscati”, a superare le difficoltà legate alla nascita pretermine. Molto atteso e intenso il ritorno in ospedale di Manuela: la bimba nigeriana è stata la più piccola nata del 2013, e al primo vagito pesava soltanto 550 grammi. Sarà invece salutato in reparto Andrea, nato prematuro nel pomeriggio del primo gennaio di quest’anno. Nel corso della Festa dei prematuri, che vedrà la partecipazione del Direttore generale dell’Azienda, Giuseppe Rosato, saranno consegnati a tutti i piccoli dei giochi donati dal titolare del negozio “Io Bimbo” di Avellino.