Parole e Musica: Cristiano Godano si racconta al Caffè Letterario

Fiera Di Calitri prova

AVELLINO – Sono passati circa vent’anni dal primo album dei Marlene Kuntz, Catartica (1994) e la rock band più amata dalla critica italiana, dopo il successo ottenuto al Quibiq di Monteforte ritorna nelle lande irpine.

Per ricordare il ventennale della carriera dei Marlene, Cristiano Godano, leader e voce della band, ha incontrato il pubblico di Avellino presso la suggestiva cornice del Caffè letterario. Nell’attesa del leader dei Marlene l’audience è stato allietato da Martino Adriani, giovane cantautore di Palinuro, che ha presentato i suoi pezzi, che raccontano di impressioni, strade perdute, amori cercati e persi in una nota trasmissione di Canale 5 e i vari significati dei clic di Facebook. La serata, come suggerisce lo slogan, è stata realmente un mix di ‘Parole e Musica’.

Il cantante, intervistato da Riccardo Di Blasi, giornalista e grande fan dei Marlene, ha intrecciato, durante il corso della serata, parole, musica e soprattutto riflessioni. L’evento, in sostanza, è stato una sorta di dibattito e live; Cristiano Godano ha incontrato i suoi fans, conversando con loro come un amico di vecchia data, di arte, di musica, di poesia, attualità, ed in primis della storia dei Marlene e di come l’evoluzione stilistica e contenutistica della band abbia inciso nei rapporti con gli stessi fan. Le domande del giornalista hanno abbracciato tutta la storia di Godano&friends; dagli inizi universitari con la suddetta Catartica del 1994, ai recenti concerti per poi arrivare anche citazioni poetiche, quindi l’emozione di tre live; il leader dei Marlene ha deliziato gli ospiti con tre mcanzoni del suo repertorio storico, tra cui spicca l’ultima che è anche una delle più note, “La canzone che scrivo per te”.