Roma, era di origini irpine il ragazzo trovato morto sul greto del Tevere

pa_banner

ROMA – Daniele Fulli, 28enne omosessuale trovato morto nella zona della Magliana, a Roma, sul greto del fiume Tevere, aveva origini gesualdine e non aveva mai troncato i rapporti con la terra irpina.

Sul corpo di Daniele sono stati ritrovati due piccoli fori, uno all’altezza dell’inguine e uno all’altezza del collo, che lasciano presupporre l’utilizzo di un’arma di piccolo calibro. Del giovane, la cui esistenza ruotava per larga parte intorno al mondo omosessuale, non si avevano più notizie dallo scorso 4 gennaio. Le ricerche erano subito scattate, e del caso si era occupato anche Chi l’ha visto, fino alla scoperta di stamattina.