M5S, ecco l’impeachment: Il boia Napolitano mette la tagliola sulle opposizioni

ROMA – Giorgio Sorial dev’essere una persona che non le manda a dire.

Il deputato del Movimento Cinque Stelle, infatti, durante una conferenza stampa alla Camera, ha attaccato frontalmente il Presidente della Repubblica: “Si può dire che il boia Napolitano – ha affermato – metta la tagliola sulle opposizioni”. Il riferimento è al decreto legge Imu-Bankitalia, avversato con estrema durezza dai pentastellati e per il quale invece sembra concretizzarsi sempre più l’ipotesi della cosiddetta “tagliola”, cioè quella norma del regolamento di Montecitorio che prevede la caduta di tutti gli ordini del giorno per favorire la discussione e l’approvazione di un decreto arrivato a scadenza (e quello Imu-Bankitalia è al sessantesimo giorno, l’ultimo utile perché ottenga il “visto” del Capo dello Stato).

“Napolitano – ha proseguito Sorial – ha dimostrato di non essere garante in alcun modo delle opposizioni, sta avallando una serie di azioni per cucirci la bocca e tagliarci la testa”. Accanto a lui, il presidente dei senatori M5S Maurizio Santangelo ha rilanciato la messa in stato d’accusa per l’inquilino del Colle: “Lo abbiamo detto da tempo, ci lavoriamo da tempo, non escludiamo che a breve questo atto venga formalizzato”.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.