Krizia dagli occhi a mandorla: la Casa di moda ad un gruppo cinese

fiera modificato

MILANO – Prosegue senza tregua l’interminabile dissanguamento dei prodotti fatti in Italia. E’ la volta di Krizia, Casa di moda fondata sessant’anni fa da Mariuccia Mandelli, che entro aprile verrà ceduta al gruppo cinese Shenzhen Marisfrolg Fashion Co Ltd. 

Quella cinese è un’azienda tra le prime nel mercato asiatico della moda di fascia alta. Fondata nel 1993 dall’imprenditrice Zhu Chong Yun (che sarà direttore creativo della Casa di moda), nel 2013 il gruppo ha fatturato più di 419 milioni di dollari, divisi tra gli oltre 400 punti vendita in centri commerciali di Singapore, Macao, Cina e Corea. “Voglio dare continuità allo stile di Krizia, con collezioni tutte made in Italy”, afferma Zhu Chong Yun. “Sono orgogliosa di prendere le redini di Mariuccia Mandelli, della quale sono una grande estimatrice”. 

La stessa Mandelli, nell’affermare che la decisione si è resa necessaria per via della sofferenza su un mercato fatto di gruppi più grandi e maggiormente dotati finanziariamente, ha aggiunto: “Siamo felici di aver incontrato la signora Zhu, con cui mi sono trovata subito in perfetta sintonia. Penso che abbia la forza e il talento per continuare al meglio il nostro lavoro e portare Krizia a raggiungere nuovi successi nel mondo”. Contenta lei.