Roma, musica troppo alta: un indiano senza fissa dimora uccide 30enne

pa_banner

ROMA  – Tragedia a Roma nella zona del Gianicolo. Un indiano 57enne, senza fissa dimora,  infastidito dalla musica troppo alta è sceso dalla sua roulotte ed ha colpito mortalmente un ragazzo di 33 anni con un cacciavite di 30 centimetri perforandogli un polmone. Il fatto è avvenuto la notte scorsa al Gianicolo, prestigioso quartiere nel centro di Roma. La vittima, in auto  con il fratello, si era fermata in strada con l’autoradio acceso.