Squadra molle e senza idee, il Napoli crolla a Bergamo

pa_banner

BERGAMO – Tafazzi, probabilmente, non avrebbe saputo fare di meglio. Un Napoli imbarazzante cade sotto i colpi dell’ex di turno, German Denis, e dei suoi stessi orrori. Col senno del poi, appare facile addossare buona parte delle responsabilità alle scelte iniziali di Rafa Benitez, che rispetto alle previsioni della vigilia lascia in panca Higuain, Hamisk e Jorginho per inserire Zapata, Pandev e Dzemaili, che si riveleranno ben al di sotto della sufficienza. 

Una squadra senza grinta né aggressività, senza nerbo né idee. Nella prima frazione, solo una ripartenza di Callejon a provare ad innescare il bradiposo centravanti colombiano. Null’altro da segnalare. Una ripresa, invece, nella quale si compie il capolavoro suicida dei partenopei. Come il personaggio ricordato in apertura e impersonato da Giacomo Poretti, gli azzurri mandano in rete per ben tre volte gli avversari. Prima con Dzemaili, che perde palla sulla propria trequarti e consente a Denis di avanzare e bucare Reina, tutt’altro che immune da responsabilità. Poi con Inler, che sbaglia clamorosamente un rinvio e serve alla perfezione ancora Denis, che di nuovo trafigge il portiere spagnolo. E poi con Fernandez, che si fa aggirare da una sponda del centravanti argentino per Maxi Moralez, scivola e consente al piccoletto di mettere la palla là dove Reina non può arrivare.

Insomma, scelte di Benitez a parte, quella scesa in campo è una squadra che certamente non avrebbe dovuto mostrare una differenza di approccio così grande con gli avversari atalantini. Il mercato si è appena chiuso, il Napoli probabilmente – e il tecnico l’ha fatto ampiamente capire – avrebbe dovuto fare qualche sacrificio ulteriore.

TABELLINO

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Benalouane, Stendardo, Yepes (35′ Lucchini), Del Grosso; Raimondi, Migliaccio, Baselli (13′ st Cigarini), Bonaventura; Moralez; Denis (41′ st Cazzola) A disp.: Sportiello, Frezzolini, Giorgi, Brienza, Estigarribia, Kone, Nica, De Luca. All.: Colantuono

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Reveillere (31′ st Ghoulam); Inler, Dzemaili (26′ st Jorginho); Mertens, Pandev, Callejon; Zapata (13′ st Higuain) A disp.: Rafael, Colombo, Uvini, Britos, Radosevic, Bariti, Hamsik, Insigne. All.: Benitez

Arbitro: Rizzoli

Marcatori: 2′ st e 19′ st Denis (A), 25′ st Maxi Moralez

Ammoniti: Reveillere, Mertens (N)