Renzi e Grillo: lo scontro via streaming dura pochi minuti

pa_banner

ROMA – E’ stata una delle consultazioni più veloci che la storia repubblicana ricordi. Il faccia a faccia Renzi-Grillo ha regalato un match politico che non ha spostato di un millimetro le rispettive posizioni.

Beppe Grillo è arrivato all’incontro sulla spinta delle consultazioni sul blog da parte del popolo del M5S che ha indicato la strada del confronto. Infatti, lo stesso Grillo ha affermato: “Se fosse stato per me non ci sarei mai venuto – aggiungendo – io non voglio parlare con te, la nostra stima non ce l’hai, noi siamo i conservatori, per l’acqua pubblica, tu vuoi privatizzare l’Eni, l’Enel, sei per il Tav. Siamo qui solo per dirti che non abbiamo nessuna fiducia in te”. Renzi non scopre il fianco e rintuzza Grillo: “Peppe esci da questo blog, siamo qui per cercare soluzioni a persone che soffrono. C’è il dramma di un Paese. Poi, notando l’insistenza del rappresentante del M5S a non voler trovare punti di confronto, Renzi si è alzato è ha interrotto il colloquio. Sono seguiti i saluti e l’uscita di Grillo dalla stanza”.

All’uscita Matteo Renzi ha affermato: “Stasera vado dal capo dello Stato per riferirgli sui colloqui, mi prendo la giornata di domani per la redazione di un documento programmatico per l’azione del governo. Scioglierò la fiducia sabato. Da lunedì il dibattito alle Camere pe rarrivare al voto di fiducia”.