Psi, Di Lello annuncia: Dai congressi importanti novità

NAPOLI – “Quello regionale per la Campania e provinciale di Napoli saranno due congressi di rinnovamento che sanciranno anzitutto l’incompatibilità tra ruoli istituzionali e direzione politica, coinvolgimento delle aree interne per costruire alternative riformiste per la guida della regione”.

Lo ha dichiarato il capogruppo a Montecitorio del Partito Socialista Italiano Marco Di Lello che al VELINO spiega: “La Campania dovrà essere punto di riferimento per fortificare l’azione del partito. Abbiamo un peso specifico a libello nazionale, dobbiamo tornare ad averlo sul piano locale viste le migliaia di persone che guardano a noi per la tutela delle fasce deboli e che non si riconoscono nelle sole politiche di austerity come quelle condotte non solo in Europa, ma in Campania dove abbiamo una Merkel in stile italiano che è Stefano Caldoro”.

Secondo Di Lello: “I tagli indiscriminati soprattutto nel settore della sanità pubblica hanno messo in ginocchio l’economia locale. In particolare sul fronte del trasposto pubblico – rileva Di Lello – gli investimenti fatti in passato erano serviti a creare una grande rete che facesse risaltare Napoli e la Campania agli occhi del mondo, oggi invece i disagi gravano su madri di famiglia, pendolari, e anche turisti. Tutto ciò merita un inversione di rotta che il Psi, il nostro Psi, può e deve dare. Al congresso discuteremo, prima dei nomi, soprattutto di questo”.