Lecce, la Dia sequestra 2,5 milioni di euro alla Sacra Corona Unita

pa_banner

LECCE – Gli uomini della Dia di Lecce hanno confiscato beni per 2,5 milioni di euro a Salvatore Buccarella, boss storico della organizzazione di tipo mafioso Sacra Corona Unita. Buccarella, nonostante condannato all’ergastolo e detenuto dal 1988, secondo gli inquirenti sarebbe ancora al vertice dell’omonimo clan. L’organizzazione è attiva nei territori di Brindisi e Tuturano dove si trovano i beni confiscati e gestiva tutti i traffici illeciti del territorio pugliese di riferimento.