Napoli, al San Paolo arriva la Fiorentina: azzurri pronti al riscatto

pa_banner

NAPOLI – Più che una sfida tra le deluse dell’Europa League, sarebbe forse più giusto definirla la gara del terzo posto. Il Napoli per difenderlo, la Fiorentina per provare ad avvicinarlo. 

Azzurri e viola, alle 18:30 di oggi, scendono in campo in un San Paolo che non sarà gremito come nella partita-beffa di giovedì contro il Porto, ma che comunque farà sentire la sua voce e il suo calore. Come sempre, Benitez cambierà qualcosa (e più di qualcosa) rispetto alla gara contro i lusitani, e non è escluso qualche cambio anche clamoroso. 

Davanti a Reina, coppia centrale Albiol-Fernandez, mentre incertezza si registra per quel che riguarda i terzini: il tenico iberico potrebbe riproporre Henrique a destra con Reveillere a sinistra, oppure, spostare quest’ultimo a destra con la conferma di Ghoulam a sinistra o, ancora, confermare sia il brasiliano che l’algerino: è aperta ogni ipotesi. A centrocampo, con il ritorno di Jorginho, in panchina potrebbe scalare Inler, mentre una opportunità pare Benitez voglia concederla a Dzemaili. In avanti, davanti a Callejon, Hamsik e Mertens, potrebbe non giocare Higuain, al quale verrebbe concesso un turno di riposo, ma Pandev, reduce dall’ottima gara di Coppa. 

Montella, invece, potrebbe cambiare modulo, passando al 4-3-3, che gli darebbe maggiore copertura difensiva: Roncaglia, Rodriguez, Savic e Pasqual potrebbero infatti comporre la linea di difesa davanti a Neto, mentre a centrocampo, mancando Pizarro e Anderson, il perno centrale sarà Aquilani, ai lati del quale agiranno Wolski e Borja Valero. Attacco con Joaquin, Mario Gomez e Cuadrado. 

Come detto, una gara che potrebbe dire qualcosa sulla corsa alla terza piazza, ma solo se dovesse prevalere il Napoli: i punti tra azzurri e viola, in quel caso, salirebbero a 13, e sarebbe un ritardo incolmabile, a questo punto della stagione.