Supersfida al San Paolo: Benitez perde pezzi, ma punta la Roma di Garcia

pa_banner

NAPOLI – Cadono due pedine nello scacchiere di Benitez, alla vigilia della sfida contro la Roma di Rudy Garcia, decisiva per la corsa alla Champions. 

Durante la rifinitura di oggi a Castelvolturno, infatti, hanno dato forfait sia Valon Behrami che Jorginho. Lo svizzero è uscito anzitempo per una contusione al ginocchio, lo stesso che gli ha dato tormenti ad inizio stagione. Il brasiliano, invece, è debilitato da un attacco influenzale. Ma mentre per il primo non ci sono speranze di vederlo in campo stasera, per Jorginho resta qualche margine, anche se sono maggiori le probabilità che faccia da spettatore alla gara da dentro o fuori contro i giallorossi. 

Giallorossi che portano al San Paolo una squadra priva di De Rossi, squalificato per tre giornate grazie alla prova tv, per il pugno rifilato ad Icardi, e di Totti, che non ha recuperato dai malanni fisici delle ultime settimane. Mentre a centrocampo di fianco a Nainggolan torna Strootman, in dubbio fino a ieri per una botta al ginocchio rimediata in settimana con l’Olanda, Pjanic dovrebbe agire sulla trequarti dietro a Bastos (preferito a Destro), con Gervinho e Florenzi laterali. In difesa, davanti al grande ex Morgan De Sanctis, la sorpresa dovrebbe essere Romagnoli in vece di Torosidis, con la coppia Benatia-Castan al centro e Maicon sulla destra. 

Rafa Benitez, invece, può contare sul rientro di Higuain e Albiol, che vanno ad occupare i rispettivi posti nell’undici azzurro. Davanti a Reina, a far coppia con lo spagnolo uno tra Fernandez e Britos, con l’argentino favorito. Sulle fasce Maggio e Ghoulam. In mediana, se Jorginho dovesse dare forfait e considerato quello di Behrami, di fianco ad Inler va in campo Dzemaili. Dietro al Pipita, invece, sembra scritto con Callejon, Hamsik e Mertens. L’unica sorpresa potrebbe essere l’impiego di Insigne con il belga, reduce da novanta minuti con la sua Nazionale, pronto a subentrare e spaccare la partita. Una gara che si preannuncia spettacolare. In campo, dove il Napoli ha già dimostrato di saper fare male ai giallorossi, e sugli spalti, con un San Paolo pronto a spingere gli azzurri verso tre punti che potrebbero aprire nuovi scenari.