Manovra Renzi: Bruxelles in attesa e domani nuovo Cdm

Fiera Di Calitri prova

ROMA – Italia promossa con riserva da parte di Bruxelles che accoglierà con favore le riforme annunciate ieri dall’Italia ma le valuterà non appena avrà i dettagli legislativi. Intanto, Olli Rehn dall’Europa ricorda all’Italia: “L’importanza di rispettare le regole del patto di stabilità, cioè il pareggio in termini strutturali ed essere in regola con la regola del debito è fondamentale. Finora l’Italia non ha fatto tangibili progressi rispetto alla raccomandazione della Commissione Ue di far scendere il deficit, rimasto al 3% nel 2013 contro il 2,6% raccomandato dall’Europa.

Ma il premier Renzi non rallenta e domani si terrà un altro Consiglio dei Ministri convocato alle ore 10,45 a Palazzo Chigi per l’esame del seguente ordine del giorno: decreto legge: Disposizioni urgenti in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui al D.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309, nonché di impiego di medicinali meno onerosi da parte del Servizio sanitario nazionale (PRESIDENZA – SALUTE)-; N. 2 DECRETI LEGISLATIVI (PRESIDENZA – AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE) recanti: modifica al DLG n. 334 del 1999, e successive modificazioni, in attuazione dell’articolo 30 della direttiva 2012/18/UE sul controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose; attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) ; N. 2 DECRETI PRESIDENZIALI (PRESIDENZA – MINISTERI DI SETTORE)  in corso di diramazione, a norma del decreto-legge n. 21 del 2012, recanti regolamenti per: l’individuazione degli attivi di rilevanza strategica nei settori dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni – articolo 2, comma 1; – l’individuazione delle procedure per l’attivazione dei poteri speciali nei settori dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni – articolo 2, comma 9; DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO: Approvazione del piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria, a norma dell’articolo 1, commi 5 e 7, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 61, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 89 (AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE); DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO: Regolamento concernente i termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza del Ministero della salute aventi durata superiore a novanta giorni, a norma dell’articolo 2, comma 4, della legge n. 241 del 1990 (SALUTE – SEMPLIFICAZIONE E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE) ESAME PRELIMINARE ; LEGGI REGIONALI; VARIE ED EVENTUALI.