Teatro Gesualdo, la rassegna Scuola a Teatro porta duemila studenti in platea

pa_banner

AVELLINO – Al Teatro Carlo Gesualdo ritorna l’appuntamneto con il ‘Teatro per ragazzi’; dal mito della Balena bianca Moby Dick, alle mirabolanti avventure nel “Bosco delle Storie”, fino allo straordinario racconto di Kriby, “Arrampicatore Ribelle”. Oltre 2.000 studenti di tutta la provincia faranno visita al teatro per tre spettacoli in una settimana. 

Sul palcoscenico del Teatro “Carlo Gesualdo” martedì 25, mercoledì 26 e giovedì 27 si alterneranno tre tra le compagnie più interessanti selezionate nei migliori festival per ragazzi d’Italia che impreziosiranno il già variegato cartellone di “Scuole a Teatro 2014”, fortunata rassegna di teatro per ragazzi, giunta alla XII edizione, e dedicata ai giovani studenti irpini dai 3 ai 18 anni.

Si parte martedì 25 marzo alle ore 10 con la Compagnia Eidos di Benevento che presenterà al suo giovane pubblico la legenda di Moby Dick, la balena bianca più famosa della letteratura di tutti i tempi. Lo spettacolo, infatti, è liberamente tratto dal fortunato romanzo di Herman Melville e contiene tutti gli aspetti epici ed eroici della lotta contro una natura ignota e selvaggia. 

Mercoledì 26 marzo, sempre alle ore 10, sul palco del “Gesualdo” salirà la Compagnia Accademia perduta Romagna teatri di Ravenna che porterà in scena “Il bosco delle storie”. I protagonisti dello spettacolo saranno un balbettante e saltellante coniglio, un pettirosso birichino, il folletto Karbolicchio che vive sottoterra, una gazza informatissima su tutti gli avvenimenti passati e presenti, una vanitosa civetta dagli occhi d’oro. Tutti raccontano storie, cantano e fanno festa mentre Muschietto prepara rimedi e pozioni magiche. 

Il terzo ed ultimo appuntamento di marzo andrà in scena giovedì 27 al consueto orario mattutino delle 10 con “L’arrampicatore ribelle” della Compagnia Teatro delle Rose di Napoli, consigliato ai ragazzi delle scuole elementari e medie, dai 7 ai 15 anni. L’arrampicatore ribelle è una pièce tratta dal Barone rampante di Italo Calvino ed è un omaggio alla letteratura – e all’arte in generale – come esperienza di crescita, come fuga dalla banalità del quotidiano, come manifestazione della fantasia e delle potenzialità nascoste.

Tutti gli spettacoli si terranno al Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino con inizio alle ore 10 ed il costo del biglietto è di 7 euro.