Venticano, amministrative. Caruso: Progetto Paese V, unica risposta valida ed innovativa

pa_banner

VENTICANO – La campagna elettorale per l’elezione del Sindaco ed il rinnovo del Consiglio Comunale entra nel vivo. Da Emanuela Caruso riceviamo e pubblichiamo.

Si è tenuto ieri sera, sabato 15 marzo, presso la sede venticanese della BCC irpina, il primo incontro pubblico per le elezioni amministrative 2014 realizzato dal nuovo gruppo “Progetto Paese”. L’incontro ha visto quale relatore il dott. Giuseppe Ciarcia, primo sostenitore nonché ideatore del progetto.

Progetto da intendersi contenitore  di  innovazioni per Venticano, bisognoso di una risposta fresca e di un effettivo ricambio generazionale. Il dott. Ciarcia si è proposto fin dal principio di mantenere concreta e viva la collaborazione con la cittadinanza attuando un’apertura mentale mai vista né vissuta fino ad ora: infatti sia il tema della serata che le linee guida del gruppo si poggiano sullo slogan “FACCIAMOLO INSIEME”. Mai titolo più appropriato: una promessa  di trasparenza e linearità.

Il dott. Ciarcia ha da subito messo in chiaro la posizione del gruppo evidenziando la necessaria creazione di un punto di contatto  con le “vecchie” amministrazioni ed ha  sottolineato l’importanza dell’intervento diretto del singolo quale collante nella crescita e nello sviluppo. Ed è questa la sostanziale differenza di metodo che noi proponiamo.

L’incontro, realizzato in vista delle prossime amministrative 2014, si è avvalso della presenza di numerosi cittadini, aperti al dibattito e  che in  buon numero sono intervenuti.  Simpatizzanti, tesserati partitici e non, hanno generato un vivace dibattito in cui sicuramente l’ha fatta da padrone la questione del cambio generazionale. Sono  affiorate  le  tante  afflizioni generate dalle problematiche più care alla comunità. “Non occorre di certo entrare nel merito, delle singole questioni. Si avrà modo di parlare più innanzi di un programma dettagliato: il mio interesse primario questa sera – ha detto il dott. Ciarcia – è, in primo luogo percepire la voglia di rinnovamento ed intraprendere un nuovo modus operandi.”  

Lo spunto dettato dal relatore ha, sicuramente, generato un meccanismo positivo di interventi e proposte che non  hanno tralasciato le tematiche più sentite della popolazione. “Era proprio l’obiettivo che ci si era prefissi – continua  il dott. Ciarcia – aprire un varco comunicativo col cittadino, raccogliere sollecitazioni e costruire insieme una lista elettorale scevra da conflitti di interessi e diretta inoppugnabilmente al benessere comune, senza dimenticare il punto fondamentale di “Progetto Paese: tracciare una linea di continuità tra Equità, Economia, ed Ecosostenibilità.” Un primo obiettivo è stato di certo raggiunto. Il prossimo sarà – senza scadere nell’ovvio – la presentazione di una lista da presentare alle prossime amministrative.

Parole chiare, semplici e lineari che non lasciano spazio a critiche pretestuose. Di certo è importante convincersi  che questo programma andrà a beneficio della comunità tutta, non solo per il tanto necessario miglioramento delle condizioni economiche, ma anche dell’offerta di servizi accessibili e affidabili per i cittadini. E  poiché si impone un cambio di direzione, Progetto Paese V, è l’unico ad  offrirsi come risposta valida ed innovativa “.

Emanuela Caruso