Crimea sotto controllo russo. Merkel-Putin, si tenta la via del dialogo

KIEV – Le novità dal fronte ucraino giungono a raffica. La Crimea è ormai sotto il totale controllo dei militari russi, e mentre gli Stati Uniti rendono ancore più decisa la propria posizione (“Noi e tutti i nostri alleati siamo determinati ad andare fino in fondo per isolare la Russia dopo questa invasione”, ha affermato il segretario di Stato John Kerry), ecco che alla via dell’intransigenza, che contempla anche la possibilità di espulsione dal G8, si affianca quella del dialogo. 

La Cancelliera Angela Merkel, infatti, ha aperto un canale con Vladimir Putin: durante un colloquio telefonico intercorso tra i due, il presidente russo ha continuato a difendere l’operato in Ucraina, definendolo come “adeguato a una situazione straordinaria” e sostenendo che £le forze ultranazionaliste salite al potere a Kiev minacciano la vita e gli interessi dei cittadini russi”. La novità, però, è un’altra, e la spiega un comunicato di Berlino: “Il presidente Putin – si legge – ha accettato la proposta del cancelliere tedesco di istituire immediatamente una commissione di inchiesta così come un gruppo di contatto, auspicabilmente sotto guida Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), per avviare un dialogo politico”.

Una posizione che però non trova d’accordo il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che proprio alla Merkel ha ribadito la “completa illegittimità” dell’intervento russo. In serata, un comunicato di Palazzo Chigi ha poi fatto chiarezza sulla posizione dell’Italia in merito alla questione: “Il governo italiano – si legge nella nota diramata al termine dell’incontro tra il preseidente del Consiglio Renzi, la ministra degli Esteri Mogherini e la sua collega della Difesa Pinotti – si associa alle pressanti richieste della comunità internazionale affinché sia rispettata la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina. Violazioni di tali principi sarebbero per l’Italia del tutto inaccettabili. L’Italia rivolge alla Russia un forte appello a evitare azioni che comportino un ulteriore aggravamento della crisi e a perseguire con ogni mezzo la via del dialogo. Al tempo stesso il Governo italiano esorta le autorità di Kiev a promuovere ogni sforzo volto alla stabilità e alla pacificazione del Paese nel rispetto della legalità e della tutela delle minoranze”.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.