Aldrovandi: al congresso del Sap ovazione per gli agenti condannati

pa_banner

ROMA – Scoppia il caso al congresso del Sap, il Sindacato autonomo della Polizia. Paolo Forlani, Luca Pollastri e Enzo Pontani, tre dei quattro agenti condannati per l’uccisione del 18enne Federico Aldrovandi, durante un controllo a Ferrara il 25 settembre 2005, hanno ricevuto cinque minuti di applausi dai delegati del sindacato. 

E ovviamente, subito è scoppiato il caso. Patrizia Moretti, la madre del ragazzo ha affermato di “provare ribrezzo” per l’accaduto, mentre il capo del governo, Matteo Renzi, ha espresso alla donna la “solidarietà mia personale e del governo”. Anche il capo della Polizia, Alessandro Pansa, si è unito al presidente del Consiglio: “Alla Signora Moretti il Capo della Polizia rivolge i propri sentimenti di vicinanza e di solidarietà – si legge nel comunicato ufficiale -, non riconoscendosi in alcun modo in comportamenti che trova gravemente offensivi nei confronti della famiglia Aldrovandi e della società civile che crede nell’operato delle donne e degli uomini della Polizia di Stato”.