Milano: vent’anni a Kabobo, uccise tre persone con spranga e piccone

pa_banner

MILANO – Vent’anni di carcere più altri tre da scontare in una casa di cura al termine della detenzione. 

E’ questa la condanna che il gup milanese Manuela Scudieri, dopo puna breve camera di consiglio, ha inflitto al giovane ghanese Adam Kabobo, che l’11 maggio scorso ha ucciso a colpi di spranga tre passanti a Niguarda: si tratta del pensionato 64enne Ermanno Masini, del 21enne Daniele Carella e del quarantenne Alessandro Carolè. Stante il riconoscimento della semi infermità mentale e la scelta dell’imputato del rito abbreviato, il giudice gli ha comminato il massimo della pena. 

La sentenza ha stabilito che i risarcimenti ai familiari delle vittime siano quantificati in sede civile, disponendo comunque provvisionali fra i 100mila e i 200mila euro per ogni parte civile escluso il Comune, che però non aveva chiesto alcuna provvisionale d’anticipo.