Roma, viaggio nei fori imperiali: il grande connubio di storia e alta tecnologia

fiera modificato

ROMA – Passato e futuro. Storia e tecnologia avanguardista. Antiche pietre e giochi di luci. Il tutto utilizzato per far rivivere l’impero di Augusto oggi, in occasione del bimillenario della sua morte (19 agosto 14 d.C.), nel sito archeologico dei fori imperiali.  

Dal 21 aprile fino al 21 ottobre è possibile infatti vivere l’emozionante ed unica esperienza, promossa dal comune di Roma, del progetto “Foro d’Augusto 2000 anni dopo”: come a bordo di una macchina del tempo, la voce di Piero Angela – tradotta in sei lingue per le audio-guide – ci accompagnerà attraverso un percorso ad hoc all’interno dei fori, ricostruendo con dovizia di particolari ed inediti aneddoti la vita della Roma del tempo.

Grazie ad una proiezione di luci, immagini, filmati e animazioni accompagnate da musiche ed effetti sonori, si realizza un grandissimo progetto di ampio richiamo internazionale, volto a valorizzare uno dei più importanti siti archeologici di Roma.

Il racconto sarà particolarmente attento ad approfondire la figura di Augusto, la cui gigantesca statua – circa 12 metri – sovrasta tutta l’area accanto al tempio. La costruzione del complesso era stata voluta per fini propagandistici e tutta la sua decorazione celebra la nuova età dell’oro che si inaugura con il principato di Augusto. Con Augusto  infatti Roma assapora l’inizio della sua massima espansione, diffondendo la “romanità” fino all’attuale Inghilterra e al lontano Iraq, comprendendo gran parte di Europa, Medio Oriente e tutto il Nord Africa.

Gli Spettacoli si terranno ogni sera alle  ore 21.00/ 22.00/ 23.00, della durata di 40 minuti ciascuno, per un massimo di 200 partecipanti.

Il progetto è a cura di Piero Angela e Paco Lanciano, promosso da Roma Capitale con il patrocinio di Bnl, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena.

Per info e prenotazioni www.viaggionelforodiaugusto.it