Flumeri, don Nicola Lanza ordinato sacerdote: simbolo di rinata vocazione?

pa_banner

FLUMERI (AV) – Ieri sera, nella cattedrale di Ariano Irpino, sono stati ordinati, con una messa solenne officiata dal Vescovo S.E. Giovanni D’Alise, due nuovi SacerdotI: uno di questi è Don Nicola Lanza (nella foto), flumerese.

Una ordinazione che segna la ripresa di quella vocazione, in crisi negli ultimi decenni, che invece nel dopoguerra veniva scambiata, dalle famiglie più o meno abbienti di Flumeri, per una facile porta verso la cultura e verso un impiego. Pur di far studiare e conseguire un diploma ai figli maschi, non si esitava ad inviarli nei seminari, sia vescovili che monastici. Tra i seminari di Lacedonia e Sant’Andrea di Conza, vi sono stati nel corso degli anni, all’incirca una trentina di aspiranti Sacerdoti flumeresi. Oggi, quest’ affluenza ai seminari per vocazione vera è ripresa, tanto che una numerosa folla, guidata dal parroco Don Claudio Lettieri, che ha messo a disposizione anche un pullman, è partita da Flumeri per Ariano Irpino, per assistere alla cerimonia d’investitura sacerdotale di Don Nicola Lanza. Alla cerimonia hanno partecipato il Sindaco di Flumeri Angelo Lanza, associazioni varie tra cui “Bagliori di Luce“ con la sua presidente Antonietta Raduazzo e le coordinatrici Felicia Giacobbe e Anna Maria Ruocco. La BBC di Flumeri con la presidente Maria Rosaria Di Paola. La presidente dell’Azione Cattolica di Flumeri Pina Manzi, e tanti altri semplici cittadini: tutti hanno voluto essere vicini a questo ”figlio della comunità flumerese”.

Una testimonianza, appunto, di vocazione vera, quella di Don Nicola. Decenni fa c’era chi completava il ciclo di studi senza alcun tipo di vocazione interiore. Altri, più sinceri, privi di vocazione, abbandonavano seminario e tonaca. Altri ancora, con vocazione sincera e autentica, rimanevano nel sacerdozio. E Flumeri ha avuto tra i suddetti seminari di Lacedonia e Sant’Andrea di Conza una dozzina di Sacerdoti, tra cui alcuni di essi ancora viventi ; Don Giuseppe Diluiso, Don Merluccio Bartolomeo, Don Generoso Tarantino, Don Angelo Abbondandolo, Padre Giulio e Padre Gioacchino, nonché un giovane sacerdote, Don Michele Brescia che svolge il suo pastorato a Grottaminarda. Negli anni del boom economico, questo tipo di fenomeno è andato notevolmente scemando.

Durante il viaggio per raggiungere Ariano Irpino, Don Claudio Lettieri ha inviato a Don Nicola Lanza, il seguente messaggio: “’Padre Santo, consacrali nella verità. Come tu mi hai mandato nel mondo, anch’io li ho mandati nel mondo’, dice il Signore. GV 17,17-18 Carissimo Nicola, Ti sono vicino particolarmente  in   questo momento di fede e di gioia che stai vivendo per L’ammissione  tra i candidati all’ordine sacro. Assicurandoti preghiere, perché tu possa portare a compimento ciò che il Signore ha iniziato in te”.

La cerimonia è terminata con un ricevimento offerto dalla famiglia Lanza e con un saluto a tutti i partecipanti da parte del neo Sacerdote Don Nicola Lanza, a tutti i partecipanti. 

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.