Teatro Gesualdo, da sabato 26 in mostra le opere di Carlo Conrotto

fiera modificato

AVELLINO – Al Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino arrivano le opere di Carlo Conrotto, in una mostra retrospettiva dedicata al pittore napoletano che sarà inaugurata sabato 26 aprile alle ore 18 e sarà ospitata fino al 30 maggio nel foyer del Teatro comunale irpino.

E’ il quarto appuntamento di “Arte in Scena 2014”, il progetto di teatro aperto a tutte le forme d’arte, a tutti i linguaggi della cultura e a tutti i talenti che coltivano e difendono il bello, fortemente voluto dalla presidenza dell’Istituzione Teatro “Carlo Gesualdo”, con la collaborazione dello storico dell’arte Alberto Iandoli e grazie alla partnership con Progress. All’appuntamento interverranno, oltre al figlio dell’artista, Luigi Conrotto, il presidente dell’Istituzione Teatro comunale Luca Cipriano, lo storico dell’Arte Alberto Iandoli, il pittore Pio Barzaghi, amico di Carlo Conrotto, Giancarlo Giordano, per anni collaboratore di Conrotto e l’attore Loris de Luna che reciterà delle poesie del Maestro Conrotto.

La mostra proporrà al pubblico del “Gesualdo” ben 23 opere di Carlo Conrotto, morto ad Avellino il 24 giugno del 2013 a 97 anni: nature morte e paesaggi, realizzate dall’artista tra gli anni ’40 e ’90 del secolo scorso, più un ritratto dell’artista realizzato nel 1944 dal Maestro Emilio Notte, uno dei maggiori pittori italiani del ‘900. La retrospettiva in omaggio a Carlo Conrotto sarà ospitata nel foyer del “Gesualdo” fino al 30 maggio e sarà aperta al pubblico dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.