Riforme e tagliando al governo, Renzi da Napolitano

pa_banner

ROMA – La convocazione al Quirinale di cui ieri, in occasione delle celebrazioni per il 25 aprile, hanno velocemente discusso Renzi e Napolitano, è giunta per stamane 11. 

Il Capo dello Stato ha inteso fissare quest’incontro per fare il punto sul ddl Senato e Titolo V, alla vigilia di una settimana decisiva per l’approvazione delle riforme in Parlamento. La tensione, infatti, è di nuovo salita dopo le dichiarazioni di Silvio Berlusconi a Porta a Porta, che hanno nuovamente posto in bilico il patto del Nazareno siglato con Renzi e rinsaldato a Palazzo Chigi solo due settimane fa. Le diplomazie dei due partiti (Forza Italia e Pd) sono al lavoro per cercare un’intesa, e in questo senso va letta l’apertura da parte dello stesso Renzi, che parla di “piccole modifiche all’Italicum”,tenendo comunque fermi i cinque punti concordati nel patto. 

La maggioranza, tuttavia, preme perchè le riforme non dipendano dalla volontà di Forza Italia. Schifani avverte Renzi di “non cadere nella trappola di Berlusconi”, mentre il ministro Boschi, seguito da Alfano, chiarisce: “Si va avanti anche senza Forza Italia”. Il pd, però, è impegnato anche in una operazione di “isolamento” della frangia guidata da Vannino Chiti, che ha firmato il ddl con il quale propone una diversa soluzione (più conservativa e meno “rottamatrice”) per quel che riguarda il Senato. Una proposta che i renziani considerano irricevibile, ma che potrebbe trovare l’appoggio anche di Forza Italia e del M5S.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.