Ucraina, blindati russi a Est. Putin: Guerra civile ad un passo

KIEV – Sembra precipitare paurosamente la situazione in Ucraina, dove truppe russe stanno ammassandosi nella zona orientale del Paese. 

Blindati con la bandiera di Mosca hanno infatti già oltrepassato il confine est, entrando a Kramatorsk: si tratta di una città della regione di Donetsk, la più colpita dal conflitto tra truppe ucraine e filorussi. Un conflitto che sta proseguendo, se è vero che proprio ieri soldati governativi hanno ucciso quattro persone tra i filorussi. Sempre a Kramatorsk, questi ultimi mantengono il controllo del municipio, del commissariato e della sede locale dei servizi segreti, ma nelle ultime ore si registra un concentramento di carri armati ucraini, pronti dunque ad una battaglia con i russi. 

Parallelamente, tra mille evidenti difficoltà va avanti il percorso della diplomazia. In una telefonata intercorsa tra Vladimir Putin e Angela Merkel, il presidente russo ha avvisato che la situazione è “sull’orlo della guerra civile”, come si legge in una nota diramata dal Cremlino. A questo punto, sembra acquisire un’importanza enorme l’incontro che si terrà domani a Ginevra tra Russia, Ucraina, Stati Uniti e Unione europea. Un appuntamento al quale i convitati arrivano partendo da posizioni diametralmente opposte. Il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, che pure ha confermato l’incontro, ha ammonito che “ogni violenza contro i filorussi deve cessare”. D’altro canto, opposta è la posizione di Barack Obama, che ha definito “giustificata” la reazione degli ucraini all’aggressione delle truppe russe.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.