Successo per Le Città Itineranti, Serena Autieri: Rapita dall’Alta Irpinia

BISACCIA (AV) – Si è concluso, nella serata di domenica, nell’affascinante cornice del Castello Ducale di Bisaccia, il primo evento de “Le Città Itineranti”, progetto nato dall’Ats composta dai Comuni di Aquilonia, Bisaccia, Lacedonia e Monteverde.

Una serata caratterizzata da un clima rigido e ostile, che tuttavia non ha fermato le centinaia di spettatori che hanno voluto assistere allo spettacolo di musica, storia, poesia e colori messo ideato dal direttore artistico Gianpiero Francese. Proprio Francese, al termine delle repliche dell’ultima serata, ha intervistato l’ospite d’onore della manifestazione, la bravissima attrice Serena Autieri. Prima, però Francese ha voluto ringraziare tutti, dal progettista Donato Tartaglia ai sindaci dei quattro paesi, da tutti coloro che hanno partecipato e collaborato all’evento ai tanti cittadini che hanno preso parte all’iniziativa. “Voglio dire grazie a tutti quelli che si sono impegnati per la realizzazione di questo evento”, ha spiegato Francese. “Neanche il freddo ci ha fermati. Siamo andati avanti e chiudiamo questo primo evento di Bisaccia con soddisfazione”.

Molto attesa e sentita la partecipazione di Serena Autieri che, dopo l’intervista, ha recitato un passo tratto dal romanzo “Novecento” di Alessandro Baricco, accompagnata al piano dal musicista diciannovenne Antonio Melillo ed ha intonato, a grande richiesta del pubblico, alcune strofe di un classico della musica napoletana, “O’ Sole Mio”.

“Qui mi sento a casa – ha esordito la Autieri – perché sono una donna del Sud e sono nata a Soccavo in provincia di Napoli, dove sono cresciuta in modo felice. Sono felice di essere qui e di prendere parte a questo evento perché appena arrivata ho respirato un’aria di cordialità, di eccezionale accoglienza e non posso negare che questo magico castello provoca delle emozioni fantastiche e dei sentimenti indescrivibili. Quelle che ho visitato in Alta Irpinia sono zone bellissime che credo abbiano grandi potenzialità e possano essere importanti e determinanti per la crescita di questo territorio. Ai tanti giovani che vogliono restare nel nostro Sud dico di crederci e di non mollare perché credere in ciò che si fa è l’unico modo per riuscire a raggiungere i propri sogni ed i propri obiettivi”.

Serena Autieri ha poi parlato dei suoi prossimi impegni ed ha salutato con passione le comunità dell’Irpinia di Oriente. “Il cinema, la televisione, sono il mio mondo – ha commentato Autieri –, ma il mio vero primo amore è stato il teatro ed il mio grande maestro è stato Giorgio Albertazzi. Adesso, però, sono pronta per il nuovo film di Alessandro Siani che sarà girato ad Amalfi e metterà in luce la bellezza e le potenzialità del Sud Italia. Inoltre sto lavorando per un progetto musicale che uscirà in tutti i teatri d’Italia. Sono molta soddisfatta di ciò che sto facendo, ma non bisogna mai fermarsi perché i traguardi prefissati devono essere sempre più alti ed ambiziosi. Basta soltanto crederci”.

E’ calato, così, con Serena Autieri il sipario sul primo evento de “Le Città Itineranti”. Ora la macchina organizzativa ritorna al lavoro per preparare la prossima iniziativa: quella che andrà di scena a Lacedonia nel mese di giugno.