Montoro, Carratù suona la carica in vista del ballottaggio

pa_banner

MONTORO (AV) – A Montoro ci si avvicina al ballottaggio, e l’atmosfera inizia a surriscaldarsi. Nella giornata di ieri, la coalizione che appoggia il candidato sindaco Salvatore Antonio Carratù ha tenuto un incontro, presso la sede del COmitato elettorale, con tutti i 46 candidati alla carica di consigliere comunale del comune di Montoro. La compagine ne è uscita ancora più rafforzata e compatta.

“Il risultato ottenuto dalla coalizione è molto lusinghiero e ci fa ben sperare per il futuro”, afferma il Candidato Sindaco Carratù. “Il nostro obiettivo primario era quello di arrivare al ballottaggio e ci siamo riusciti. In questi giorni ho sentito crescere tanto entusiasmo intorno a me e ai ragazzi che mi stanno accompagnando in questa avventura. Tanti sono stati gli attestati di stima e tante sono le persone che mi incitano a portare avanti questa competizione elettorale in modo determinato. Ci sono ampi spazi per incrementare il consenso fin qui avuto e penso che la comunità di Montoro saprà andare nella direzione giusta”.

“I pochi punti percentuali che ci separano dai nostri avversari sono la dimostrazione che le persone hanno riconosciuto la valenza della nostra proposta politica ed amministrativa per Montoro ed hanno apprezzato la sobrietà e la moderazione con cui abbiamo affrontato la campagna elettorale. La completa affermazione della nostra coalizione è mancata a causa della frammentazione di consensi che si è avuto nell’area cattolica moderata della comunità, ma sicuramente tale area si ri-compatterà nella fase di ballottaggio per dare maggiore forza ad una coalizione cattolico progressista”.

“L’8 giugno, dunque – prosegue Carratù -, si riparte da zero e non da posizione precostituite. Nel turno del ballottaggio i nostri concittadini dovranno recarsi di nuovo alle urne e dovranno esprimere, ancora una volta, il proprio consenso per una persona che li rappresenti rappresentata e con la quale possono avere un rapporto diretto cittadino-sindaco. Nessun risultato è scontato e soprattutto nessun risultato è ancora scritto. Adesso bisogna ripartire dalle proposte e dai programmi e, nei giorni a venire, tante sono le iniziative che metteremo in campo. Saremo tra la gente per dimostrare che il nostro programma per la Montoro di domani non è il libro dei sogni ma un progetto concreto che potrà essere realizzato con l’aiuto di tutti”.