Tumori borderline dell’ovaio: domani al Moscati esperti a confronto

AVELLINO – Duecento medici specializzati in Ostetricia e Ginecologia, Oncologia, Anatomia Patologica, Anestesia e Rianimazione. Inoltre, cinquanta ostetriche: personale medico che si confronterà domani, sabato 31 maggio, dalle ore 9 alle 17, presso l’aula magna dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino (Città Ospedaliera, primo piano, settore B) sui “Tumori bordeline dell’ovaio”.

Il Convegno, organizzato dall’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia diretta dal dottor Italo Ardovino, mira fornire un’occasione per discutere a 360 gradi dei tumori borderline, che rappresentano dal 10 al 20% di tutti i tumori ovarici epiteliali e che, a differenza delle forme invasive, tendono a manifestarsi in uno stadio più precoce ed ad un’età più giovane. Illustri relatori, come Aniello Di Meglio, Giovanni Scambia, Enrico Vizza, Carmine Malzoni, Giovanni Gerosolima, Umberto Ferbo, Emanuela Rossi, Cristofaro De Stefano, parleranno delle varie tecniche chirurgiche ginecologiche adottate per affrontare questo tipo di carcinoma in notevole aumento nella popolazione femminile, illustreranno le strategie terapeutiche più all’avanguardia e le tecniche di crioconservazione del tessuto ovarico.