M5S, un documento fa infuriare Grillo e Casaleggio. Il capo: Non lascio

pa_banner

ROMA – Li descrivono furiosi entrambi. Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio avrebbero perso le staffe appena venuti a conoscenza dell’elaborazione, da parte dei responsabili della comunicazione del M5S, di un documento che analizza le cause del netto arretramento del partito alle elezioni europee, e propone qualche cambio di strategia in ambito comunicativo. 

La tensione, già alta nel movimento a causa del non taciuto disaccordo di molti con la linea di Grillo di cercare un punto di convergenza con l’antieuropeista inglese Nigel Farage, ha ora raggiunto livelli altissimi. Il documento stilato, infatti, contraddice apertamente la linea tracciata dai due co-fondatori, suggerendo maggior presenzialismo televisivo e un cambio nei toni: bisogna essere meno saccenti e più umili, è scritto. Inoltre, il risultato sarebbe figlio della “comunicazione negativa” di Grillo e del messaggio “inquietante e non rassicurante” di Casaleggio. 

Sotto accusa, l’incapacità di offrire proposte alternative a quei problemi che vengono denunciati. Anche questo avrebbe portato ad un esito “che non è un crollo, ma che “ha favorito una vittoria schiacciante di Renzi, che ha saputo trasmettere serenità costruittiva”. Per arrivare all’obbiettivo, prosegue il documento, “bisogna presentare una squadra di governo capace di concretizzare le idee che il movimento mette in campo”. 

Intanto, pressato da qualche voce, Grillo ha voluto chiarire la sua posizione con un articolo pubblicato sul suo sito, dal titolo “Grillo non si deve dimettere”: “Dovrei dimettermi da cosa?”, chiede e si chiede, incollando un pezzo di Aldo Giannuli che va proprio in questa direzione.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.