Pensioni minime a mille euro: Berlusconi punta sugli anziani

pa_banner

BARI – Pensioni minime a 800 euro, forse 1000. Silvio Berlusconi è tornato a parlare di programmi, e in diretta video con il raduno di Forza Italia a Bari, ha riportato in auge un tema caro già al suo esecutivo nato nel 2001.

“Aumenteremo le pensioni minime e le porteremo fino a 800, forse 1000 euro al mese”, ha promesso. “Possiamo avere grandi ritorni dagli anziani, dobbiamo puntare su di loro”. Berlusconi ha poi spiegato che “andremo anche a cercare i poveri che non arrivano alla fine del mese, e siccome noi siamo la classe media che lavora, aiuteremo chi non ce la fa”. 

Intervistato stamane da Studio Aperto, poi, ha affrontato la questione relativa al panorama politico italiano: “Io lo considero sempre un pericolo per il nostro Paese avere al governo il Pd che deriva dal Pci, ma avere Grillo nel panorama della politica italiana è un pericolo maggiore. Mi fa molta paura – ha aggiunto -,e da studioso della storia in questi giorni l’ho paragonato a tanti personaggi tipo Robespierre, che promettevano un grande cambiamento, la Gerusalemme in terra e poi hanno distrutto tutto: non c’è mai stato nessun accenno alla democrazia”, Il suo partito – ha concluso – sarebbe meglio chiamarlo setta”. E sul Pd: “Non vedo alternative a Forza Italia: oltretutto votando per il Pd avremmo come regalo signor Schulz come capo dell’Unione”.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.