Napoli, De Laurentiis si coccola Insigne: Orgoglioso di lui. E sul mercato: Ne prenderemo tre

fiera modificato

NAPOLI – “Diamo credito a Rafa Benitez. E’ la nostra carta vincente, è l’allenatore che l’anno scorso mi sono speso per avere. La sua continuità sulla panchina del Napoli non può che essere positiva per noi”. 

E’ molto chiaro Aurelio De Laurentiis, stuzzicato dalle domande sul suo Napoli, sull’allenatore e sul mercato. E anche su Lorenzo Insigne, ovviamente, freschissimo per la convocazione a Brasile 2014. “Se facessimo fare ai tifosi farebbero una squadra tutta loro – prosegue il presidente del Napoli – se facesse il presidente farebbe qualche errore. Quindi, lasciamo fare a Rafa: è una garanzia, fidiamoci”. E i nomi? “Le opzioni sul tavolo sono tante. Strada facendo vedremo bene su quale di esse puntare. Una cosa è certa: l’anno scorso Mertens era quasi sconosciuto, Callejon era poco conosciuto. Li abbiamo valorizzati, sappiamo tutti dove sono arrivati ora. E in più, abbiamo Higuain, Insigne”. 

Già, Insigne. “Sono estremamente contento, molto orgoglioso di questo ragazzo perché nato nel vivaio del Napoli. Avendo ricostruito il Napoli da zero, avere in questi pochi anni realizzato il sogno di un ragazzo partenopeo non può che riempirmi di gioia”. Un passaggio anche su Reina, su cui De Laurentiis sembra voler far intendere qualcosa di negativo: “Lo abbiamo sempre stimato tantissimo, ma siccome i contratti si fanno in due, se c’è convergenza si trovano soluzioni. Se c’è una grande distanza tra le parti è chiaro che quello che prevale è la salute economica di un club”.

Una nuvola, pare, ma De Laurentiis è sempre stato abilissimo a spiazzare tutti.