Prima uscita degli azzurri: con la Fluminense opportunità per le seconde linee

Fiera Di Calitri prova

MANGARATIBA – Perin, Abate, Ranocchia, Paletta, Darmian. Thiago Motta, Aquilani, Parolo. Cerci, Insigne, Immobile. Cesare Prandelli ha già annunciato l’undici che alle 22:30 (ora italiana, le 16:30 brasiliane) scenderà oggi in campo allo stadio Raulino de Oliveira di Volta Redonda, per affrontare la Fluminense in amichevole.

Una gara che, come si evince dalle scelte del Ct, serve a dare minutaggio e possibilità di mettersi in mostra a quei giocatori che sulla carta partono più indietro nelle gerarchie. Un 4-3-3, quello scelto per affrontare la gloriosa compagine di Rio, che in fase d’attacco poggerà soprattutto sulla posizione di Lorenzo Insigne: largo a sinistra, come con il Pescara del maestro Zeman, oppure accentrato dietro le due punte? Quale sarà la posizione migliore per far esplodere la sua genialità e il suo talento? 

Alla vigilia della gara, intanto, Prandelli non ha risparmiato il gruppo. In un ambiente afoso, il Ct ha torchiato i giocatori con una doppia seduta. Solo Sirigu non ha partecipato, rimanendo ancora a riposo. Barzagli e Paletta sono pienamente recuperati, e hanno effettuato tutto il lavoro con il resto del gruppo. Dopo la seduta atletica del mattino, nel pomeriggio sono comparsi i palloni. De Rossi, dopo averla scampata in seguito ad un pestone rimediato in un contrasto, è stato punto da un’ape.

Da segnalare anche l’imponente sistema di sicurezza, è ulteriormente rafforzato: circa cento uomini tra polizia, esercito, vigili del fuoco e marina.