Nuove applicazioni dei test genetici: al Moscati il professor Dellapiccola

AVELLINO – Fornire un aggiornamento sui test genetici alla luce delle nuove tecnologie: questo l’obiettivo dell’interessante convegno “Attualità sui test genetici e nuove applicazioni”, che si terrà dopodomani, giovedì 12 giugno, dalle ore 9 alle 18, presso l’aula magna dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino (primo piano, settore B).

L’evento, organizzato dal Laboratorio di Genetica Medica, diretto da Maria Adalgisa Police, vedrà la partecipazione di Illustri relatori, che parleranno di diagnosi prenatale e post-natale delle malattie cromosomiche, anche come origine di malformazioni fetali. Si affronterà il tema delle poliabortività causate da mutazioni dei geni della trombofilia ereditaria e dell’uso dei test genetici in oncologia per la “target therapy” e per la familiarità dei tumori alla mammella.

Circa duecento specialisti di diverse discipline, dai genetisti ai ginecologi, dai pediatri agli oncologi, agli anatomo-patologi e agli   angiologi assisteranno all’incontro, che sarà aperto dal Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera “Moscati”, Giuseppe Rosato. “Un’occasione – sottolinea la dottoressa Police – per mettere a confronto professionisti impegnati nello stesso ambito, ma in contesti diversi. E per dare voce ai tanti genetisti che, in sordina, svolgono un fondamentale lavoro di ricerca”. 

Interverrà al convegno anche il professor Bruno Dallapiccola, genetista di fama internazionale, direttore scientifico dell’ospedale Bambin Gesù di Roma, che terrà una lettura magistrale dal titolo “Dai test diagnostici alla medicina predittiva”.